Culture

Culture

SIR CONAN DOYLE E LA BICICLETTA

SIR CONAN DOYLE E LA BICICLETTA

Quando il morale  è basso, quando il giorno sembra buio, quando il lavoro diventa monotono, quando ti sembra che non ci sia più speranza, monta sulla bicicletta e pedala senza pensare a nient’altro che alla strada che percorri. Sir Conan Doyle è uno scrittore inglese nato in Scozia il 22 maggio 1859 in un piccolo appartamento di Edimburgo e morì in Scozia nel 1930. La sua principale attrazione fu per i generi letterari come l’avventura o il fantastico; in  questo campo scrisse la “Compagnia bianca,” inoltre scrisse una storia militare “The great boer” che gli rese il titolo di baronetto. Sir Conan Doyle fu l’autore delle storie del piùLeggi altro →
j. f. kennedy e la bicicletta

j. f. kennedy e la bicicletta

“Niente è paragonabile al semplice piacere di un giro in bicicletta.” J.F.Kennedy nacque a Brooklin il 29 Maggio 1917 e morì il 22 novembre 1963 a Dallas. E’ stato il 35° Presidente degli Stati   Uniti d’ America. La sua breve Presidenza in epoca di guerra fredda fu segnata da alcuni eventi molto rilevanti: la costruzione del muro di Berlino, la corsa alla luna, la conquista dello spazio, gli antefatti della guerra del Vietnam e l’affermarsi del movimento dei diritti civili degli afro-americani.  Kennedy fu assassinato il 22 novembre 1963 a Dallas. Ad oggi la figura di Kennedy  continua a ricevere stima ed apprezzamento. https://it.wikipedia.org/wiki/John_Fitzgerald_KennedyLeggi altro →
Albert Einstein e la bicicletta

Albert Einstein e la bicicletta

“La vita è come una bicicletta. Si deve avanzare, per non perdere l’equilibrio.” Albert Einstein nacque a Ulma nel 14 marzo 1879 e morì a Princeton il 18 aprile 1955; è stato un fisico e filosofo tedesco naturalizzato svizzero e statunitense, oltre ad essere uno dei più importanti studiosi e pensatori del XX secolo. Nel 1921 ricevette il premio nobel per la fisica. La bicicletta è stato il suo sport, infatti, la teoria della relatività gli era venuta in mente mentre andava in bici. https://it.wikipedia.org/wiki/Albert_Einstein  Leggi altro →
HERBERT GEORGE WELLS

HERBERT GEORGE WELLS

“Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta penso che per la razza umana ci sia ancora speranza” La frase è del grande scrittore Herbert George Wells nato a Bromley, 21 settembre 1866 e morto il 13 Agosto 1946  a Londra autore di alcune delle opere fondamentali della fantascienza come: l’uomo invisibile, la macchina del tempo, la guerra dei mondi etc. etc.Leggi altro →
European Cycling Challenge

European Cycling Challenge

Pedalare fa bene alla salute ed all’ambiente. Una gara in cui non si vince, ma si convince. Benché…. La European Cycling Challenge è una sfida tra squadre di ciclisti urbani -rappresentative di città europee- che si svolge dal I° al 31 Maggio. Per partecipare occorre sicuramente  una bicicletta (ahi noi sono ammesse anche quelle a pedalata assistita) e -opzionale- uno smartphone. Lo scopo è quello di aggiungere i propri chilometri fatti in bicicletta al totale dei chilometri della propria città. Se non si ha lo smartphone basta collegarsi al sito della european cycling challenge e inserire manualmente i chilometri fatti: certo però non è la stessa cosa….Leggi altro →
bike-nobel!

bike-nobel!

Caterpillar, il programma di Rai Radio2 lancia una candidatura molto speciale per il premio Nobel per la Pace 2016: quella della bicicletta. Perché? la bicicletta è il mezzo di trasporto più democratico a disposizione dell’umanità riduce le  differenze sociali la bicicletta non inquina , risparmiando le persone  dal rischio di malattie ,e sistemi sanitari.la bicicletta aiuta a restare in salute la bicicletta è uno strumento di crescita per l’infanzia , rende i bambini autonomi e indipendenti. la bicicletta elimina le distanze tra i popoli , i cicloviaggiatori sono accolti ovunque con favore, la bicicletta è  un mezzo che comunica e avvicina le persone e  culture.Leggi altro →

16bici è in via Crescenzo del Monte 13, Roma. Sito sviluppato con il tema Creattica da " Fratelli Caponi"

Restauro di bici Bianchi modello condorino. Sembrava compromessa dal tempo, dalla ossidazione e dalla ruggine e invece ne è uscito un piccolo gioiello, attraverso una lavorazione minuziosa di restauro conservativo.